Duplicato del passaporto

passaporto italiano

Il duplicato del passaporto: consigli e informazioni

Dato che può accadere che il passaporto venga perduto, rubato o smarrito, o ancora che vada distrutto, è prevista la possibilità di duplicare il passaporto per ottenere nuovamente questo prezioso documento. In ogni caso, per poter tornare in possesso del passaporto prima di ottenere il duplicato è necessario consegnare tutti i documenti previsti dalla normativa per ottenere il passaporto, vale a dire carta d’identità o altro documento valido, foto-tessere nel formato prescritto, il bollettino pagato ed il contributo amministrativo di 73,50 euro come contrassegno telematico (ovviamente, se si tratta del passaporto del minore, saranno necessari anche i documenti dell’assenso dei genitori).

Bisogna sapere che in caso di smarrimento del passaporto, bisogna presentare la denuncia del fatto, e che se si chiede un passaporto nuovo perché l’altro si è deteriorato, allora bisogna consegnare quello vecchio perché venga distrutto. Eventuali visti ancora validi non perdono la loro funzionalità.

Approfondimento : costo rilascio del passaporto

Si può chiedere un duplicato del passaporto anche nel caso in cui le pagine dello stesso si fossero esaurite prima della scadenza prevista dal documento, sempre presentando quello vecchio affinché venga sostituito.

passaporto

passaporto

La domanda per il duplicato del passaporto deve essere effettuata presso la Questura, presso i carabinieri, il proprio Comune o in alternativa presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza. In ogni caso si ricorda, a titolo informativo, che le impronte digitali vengono richieste solamente presso questure e commissariati, quindi se ci si rivolge al proprio comune o ad altri uffici per ottenere il duplicato del passaporto si dovrà comunque far tappa nei luoghi sopraindicati per ottenere il documento con le impronte.

Ricapitolando, i documenti necessari per la richiesta di un duplicato di passaporto sono i medesimi richiesti per la emissione di un passaporto ex novo, e vale a dire un documento di riconoscimento che sia valido (ad esempio la carta d’identità); la domanda che può essere scaricata presso il sito della Polizia di Stato (attenzione a scegliere quella giusta, per i minorenni o per i maggiorenni), le fototessere in due esemplari, identiche e con volto riconoscibile; un contrassegno telematico del valore di 73,50 euro e la ricevuta di pagamento di 42,50 euro effettuabile per mezzo del bollettino che si trova pre-compilato presso gli uffici.

Inoltre serve la stampa della ricevuta del sistema dopo la registrazione al sito dove si è scaricata la domanda, ed ovviamente il vecchio passaporto rovinato o con le pagine esaurite, in alternativa in caso di furto-smarrimento la denuncia del fatto.

Ma quali sono i costi e le tempistiche per ottenere il duplicato del passaporto?

Logicamente il costo è quello previsto per il passaporto stesso, e vale a dire 73,50 euro per il passaporto telematico e 42,50 euro per il bollettino destinato al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il contrassegno vale per 365 giorni dal rilascio, e poi scade e deve essere rinnovato (si tratta di una vera e propria tassa sul passaporto).

I tempi dipendono dalla burocrazia, solitamente non sono molto brevi e possono trascorrere anche sei mesi prima del rilascio. Si consiglia di effettuare la domanda durante la bassa stagione, quando c’è meno richiesta agli uffici.